Presentazione: Giorgio Fogazzi / Il testamento Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 27 Ottobre 2010 09:28
[Introduzione]
Il Testamento nasce dal mio rapporto con Jean Baptiste Molière, amico e fratello, il quale me ne ha dato lo spunto, pensando ad una riflessione sul testo de “Il Malato Immaginario”. Il titolo del libro è nato quando ho capito che l’ultima opera del grande commediografo francese, era la summa delle sue esperienze umane e poetiche, tanto da presentarsi con la densità di un testamento. Molière ha subito ritenuto il titolo adatto allo scritto che si prospettava e, solo mano a mano che l’opera prendeva corpo, ho capito che essa assumeva le dimensioni e la qualità di una testimonianza pure mia. Il regalo di cui lo scritto mi ha già gratificato, con gli insegnamenti che mi ha fornito nel corso delle tante scoperte, consiste nell’avere capito che la Terra, intesa nel senso della totalità delle esperienze con le quali essa è capace di coinvolgere l’uomo, è il Testamento che il Creatore ha affidato al figlio affinché, con la pratica dell’amore, sappia condurre una vita in cui l’arte ne rappresenti il colore e il corpo.

Giorgio Fogazzi
Ultimo aggiornamento Martedì 13 Marzo 2012 10:10