Pubblicazioni

Il Nodo di Gordio

Oltre Lepanto

Festival della sicurezza

Festival della Sicurezza

Pergine Valsugana 17/18/19
Settembre 2010

OSCE

ORSAM


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Il ministro degli esteri russi inizia oggi un giro per il Centroamerica e il Messimo PDF Stampa E-mail
Scritto da Mauro Margoni   
Martedì 16 Febbraio 2010 20:01

RT en español-noticias internacionales- 14 febbraio 2010

Il ministro degli affari esteri russo Sergéj Viktorovic Lavrov partirà da Mosca questo mercoledì per visitare Cuba, Nicaragua, Guatemala e Messico, ha informato il portavoce del Ministero degli Esteri.


Il ministro incontrerà i lidears cubani dall'11 al 13 febbraio, inoltre parteciperà alla Fiera Internazionale del libro dell'Avana, ha detto Andréi Nesterenko.

"La Russia considera Cuba come il socio chiave della regione latinoamericana", ha spiegato il portavoce. "L'agenda delle negoziazioni include questioni come lo sviluppo e la diversificazione delle relazioni commerciali e finanziarie, e la promozione di grandi progetti di cooperazione in settori come: energia elettrica, idrocarburi, infrastrutture dei trasporti, biofarmaceutica e tecnologia".

L'espansione della cooperazione economica sará l'asse della conversazione in Nicaragua, il paese che accoglierà il ministro russo il 13 e il 14 febbraio. Il portavoce del ministero ha ricordato che esiste già un accordo commerciale perché la Russia riavvii i lavori in questa nazione centroamericana. Una cooperazione anche dal punto di vista tecnologico. Nesterenko ha menzionato l'ultimazione della prima tappa del progetto della compagnia russa Yota per l'installazione di una rete di quarta generazione (4G) che permetterà le comunicazioni ad alta velocità, trasmissioni wireless e servizio internet in Nicaraguua.

In occasione della visita di Lavrov in Nicaragua c'è in vista anche la firma di un accordo intergovernativo per la protezione reciproca di informazione segreta.

La successiva tappa del ministro russo sarà in Guatemala, paese con il quale cè in programma la sottoscrizione di un accordo di cooperazione per combattere il traffico di droga.
Le parti analizzeranno la possibilità di cooperare su diverse questioni, dal commercio a questioni di carattere umanitario e di interscambio di opinioni circa i problemi della regione e quelli globali.

Il 15 e il 16 di febbraio Lavrov sarà in Messico, paese con il quale quest'anno si compiono i 120 anni di relazioni dipolomatiche con la Russia.

"Si presterà particolare attenzione ai legami economici e commerciali, allentati notevolmente a causa della crisi economica globale ", ha precisato Nesterenko.Le prioritá russe consistono attualmente nell'aumentare e diversificare gli scambi commerciali, aprofittando mutuamente degli interscambi di energia e idrocarburi, rimuovendo le barriere burocratiche che impediscono il commercio, ha aggiunto il diplomatico.

Il cancelliere russo ha iniziato il suo viaggio congratulandosi con tutti gli impiegati del Ministero in occasione del giorno de diplomatico russo.

Ultimo aggiornamento Sabato 01 Gennaio 2011 13:52
 

Il Grigiocrate

Notizie flash

(ANSA) - ASTANA, 9 SET - Tremila uomini degli eserciti di Russia, Cina, Kazakhstan, Kirghizistan e Tagikistan sono riuniti da oggi ad Almaty per un'esercitazione antiterrorismo. Lo riferisce l'agenzia Itar-Tass.

E' l'edizione 2010, la settima dalla fondazione della Sco (Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai), di "Missione di Pace", nome in codice per le manovre militari congiunte tra i sei paesi membri dell'organizzazione (ne fa parte anche l'Uzbekistan).

Nata nel 2001 sotto l'egida di Mosca e soprannominata "Nato d'Asia", la Sco nasce per controbilanciare l'Alleanza atlantica e l'influenza occidentale e Usa in Centrasia. Una presenza ingombrante per Mosca ma anche per Pechino: Washington ha un crescente interesse per la regione, strategica via di transito verso l'Afghanistan; oggi vi è presente militarmente con un'unica base, quella di Manas in Kirghizistan (dopo la cacciata dall'Uzbekistan nel 2005), ma progetta di raddoppiare con un centro antiterrorismo nei pressi di Osh, e costruire un'altra base in Tagikistan.

Astana, che a giugno scorso ha assunto la presidenza della Sco, partecipa alle manovre con circa mille uomini; altrettanti da Mosca e Pechino, più blindati, aerei, elicotteri e mezzi di terra. Il culmine il 24 settembre al centro di addestramento di Matybulak, nella regione di Zhambyl.

I nostri Social Network



Contatore

Utenti : 19
Contenuti : 579
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 1334946