Pubblicazioni

Il Nodo di Gordio

Oltre Lepanto

Festival della sicurezza

Festival della Sicurezza

Pergine Valsugana 17/18/19
Settembre 2010

OSCE

ORSAM


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Daniel Casarin PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 12 Ottobre 2009 17:28

BIOGRAFIA
Nasce nel 1982 a Bolzano e da sempre è dedito alla Vita, così come all’Espressione Artistica. Inizia i suoi studi di Disegno e pittura nell’atelier del maestro Mario Dall’Aglio e nel 1995 si trasferisce in un piccolo paesino in campagna nei pressi di Urbino. Il contatto con gli elementi naturali è fondamentale. Prosegue ed affina così i suoi studi artistici presso alcuni maestri (tra cui Ettore di Gianmarino, Emanuela Ivaldi) e docenti della vicina Accademia Raffaello Sanzio. Numerosi sono i percorsi artistici ed insieme letterari che questo artista ha compiuto, come altrettante sono state le Espressioni Artistiche in cui si è cimentato: dalle complesse fasi dell’incisione al digital editing, dalla fabbricazione dei colori alla topografia antica, dalla musica elettronica degli anni ’70 al barocco italiano, dalla vernice a spruzzo alla linguistica e alla glottologia, dall’imprimitura rinascimentale di tele e tavole a studi ingegneristici civili moderni.


VIAGGIO AL TERMINE DELLA NOTTE
di Daniele Lazzeri - comparso su Vox Populi n.° 8

Passione. La passione che si fa creazione. Questa, e solo questa, è la magia che trasforma gli elementi. Un misto di ardore, dolore, gioia, genialità e concretezza. Se si dovesse tracciare una mappa dell’arte, della poesia, della musica, della letteratura, della scultura o della pittura, il tratto comune non potrebbe che essere quella meraviglia dell’umanità, quello “stupor mundi” che è il processo di poiesis, di creazione per l’appunto. Il simbolo, l’ipostasi che dal mito conduce alla mistica dell’azione, si manifesta nell’arte immaginifica, in grado di sprigionare ancora le forze elementari. Spirito e materia divengono un tutt’uno che supera entrambi, così come nel principio olistico «il tutto è superiore alla somma delle parti che lo compongono».

Ed è nella pittura e nella scultura che le immagini si fondono miracolosamente rischiarando il pensiero, riportando alle emozioni più profonde. E quelle
immagini (“imo-ago” agisco nel profondo per l’appunto) appaiono come luce dall’ombra, come abbaglio nell’oscurità poiché è dal nero che i colori hanno origine, è dall’oscurità che “nasce” la luce, così come al termine della notte sorge il sole all’orizzonte.

Nei lavori di Daniel Casarin, c’è la filosofia a colpi di martello di nietzschiana memoria. Si ritrovano echi di mondi lontanissimi, di epoche arcaiche ma mai museografiche. L’arcaico dunque ma anche il futuro, cioè in una parola l’Eterno. È un fascio di forze, è energia allo stato puro, mai disgiunta da quella delicatezza, da quell’armonia che uniche ci riconciliano con il cosmo. Ammirare un suo quadro è un po’ come rompere le catene di Prometeo per ridonare agli uomini il sacro fuoco.

Per Daniel Casarin «Il tempo passa, acquisto tempo, così il tempo è Vita, Vita per il mio atto creativo. A volte l’atto creativo ha bisogno di tempo. Ora Tutto è un Viaggio… Così il Viaggio è fondamentale…». E così si conclude anche il nostro colloquio con l’autore, che ricorda nella sostanza un gigante della letteratura europea Louis Ferdinand Céline: «ecco la sua forza… va dalla vita alla morte. Uomini bestie, città e cose, è tutto inventato. È un romanzo, nient’altro che una storia fittizia… e poi in ogni caso tutti possono fare altrettanto. Basta chiudere gli occhi. E’ dall’altra parte della vita».

OPERE
Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Ottobre 2009 18:54
 

Il Grigiocrate

Notizie flash

L’articolo di Süleyman Kurt, giornalista di Zaman online, pubblicato il 04 Ottobre 2008, riferisce di un viaggio di Erdoğan in Mongolia e Asia Centrale, interrotto bruscamente a causa di tensioni interne alla Turchia.

A prescindere dall’esito delle visite ufficiali lo scritto desta un certo interesse per le tematiche ivi contenute. Il giornalista riepiloga il punto di vista di Ankara nei confronti di quest’area del mondo, le cui finalità lungi dall’essere meramente economiche sono altresì culturali.

Leggi tutto...

I nostri Social Network



Contatore

Utenti : 20
Contenuti : 579
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 1403960