Pubblicazioni

Il Nodo di Gordio

Oltre Lepanto

Festival della sicurezza

Festival della Sicurezza

Pergine Valsugana 17/18/19
Settembre 2010

OSCE

ORSAM


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Rassegna stampa


L'Adige - 30 gennaio 2013 / Uno squarcio di verità sui temi del Medio Oriente PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 30 Gennaio 2013 14:42

 
Panepolitica.overblog.com - 27 gennaio 2013 / Cuori forti.. Ma Mario Monti lo è ? PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 27 Gennaio 2013 21:25

Io in politica non per andare al Governo, ma per cogliere l’unica possibilità utile per il Paese”. Così Mario Monti.

Ora. Che ciascuno dei candidati pensi di essere la soluzione ideale per risolvere i grandi deficit del nostro Paese è ovvio, ma che nella scelta di correre alle elezioni non ci sia anche una buona dose di ego pubblico, sembra un poco improbabile. In questo Monti è insuperabile. Ancora oggi, nonostante la formazione politica di cui si è reso protagonista sia ormai assodata, il “nostro” Premier gioca al “io-sono-qui-perché-servo-a-Voi-e-grazie-per-sostenermi”, giocando la parte di colui che all’improvviso si è trovato immerso nel meccanismo della politica, quasi un eroe per caso. Nulla di male, ma insomma, poco credibile. Si parla di distanza tra la politica e i cittadini. Beh, anche il modo di rapportarsi a noi, di Monti, sembra contribuire a questo distacco. Il parlare sempre mono-tono, senza lasciar trasparire emozioni o sentimenti che non siano quelli di istituzionalità, crea un muro e una sorta di predisposizione al “io sono qui e tu resti lì (ma fai quello che dico io”). Meglio sentire qualcuno che ci dica “Io amo la politica, io amo il potere, io voglio governare/ti”, piuttosto che qualcuno che si “spaccia” per designato. Non so se Monti lo faccia realmente e consapevolmente, ma, a volte, la sensazione (per noi altri) è questa.

A proposito di Monti, c’è chi, oggi, potrebbe pronunciare la classica frase “Io ve l’avevo detto”.

Il trio Grandi-Lazzeri-Marcigliano, ossia gli autori del libro “Il Grigiocrate”, biografia non autorizzata del Premier-tecnico. Monti Premier di transizione? Monti Premier per un anno? Macchè! Piuttosto Monti protagonista di una nuova era di Presidenzialismo senza che gli italiani si accorgessero di esserci entrati; Monti a capo di un disegno pre-costituito; Monti nuovo/vecchio attore della politica italiana.

E così, dopo la loro prima pubblicazione, i tre giornalisti/scrittori sono pronti a tornare con un nuovo lavoro. A me e a panepolitica hanno dato in anteprima i contenuti e il possibile titolo. E voi, “stay connected”, perché ci saranno molte sorprese. Si parte, e ve lo assicuro, sarà un bel viaggio. Si comincia da una delle frasi di Mario, che forse ricorderete: “Il 2013 sarà un anno per cuori forti”.

Fonte: http://panepolitica.overblog.com/

 
Almanar.com.lb - 24 gennaio 2013 / "المنار: حرب حزب الله النفسية".. كتاب للإيطالي فيديريكو برتسي PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 24 Gennaio 2013 20:51

[ARAB]قدم الكاتب الإيطالي فيديريكو برتسي كتابه الجديد تحت عنوان "المنار: حرب حزب الله النفسية" وذلك في برجينة فالسوغانا Pergina Valsugana في محافظة تورينو شمال ايطاليا في 19 كانون الثاني 2013، وسط حشد من المفكرين والكتاب. يرتكز الكتاب على المعطيات العلمية ووثائق ومراجع خاصة بمؤسسات مستقلة، كما يروي يوماً بيوم نشرات المنار وإطلالات السيد حسن نصر الله على الشاشة المرئية وتأثيراتها في الدرجة الأولى على معنويات وصمود الجمهور اللبناني والعربي كما على الإعلام الغربي الذي وقف لأول مرة إلى جانب لبنان.

[ENG] Italian author Federico Prizzi presented on Saturday the 19th of January, 2013, his new book “Al-Manar: Hezbollah’s Psychological Warfare”, which includes data, documents and exclusive sources from independent establishments, and narrates Al-Manar’s newscast day by day as well as Sayyed Hasan Nasrallah’s appearances and their effects.

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Marzo 2013 21:06
Leggi tutto...
 
Il Trentino - 20 gennaio 2013 / La Spada di Alessandro strega i perginesi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 20 Gennaio 2013 18:23

 
Il Trentino - 19 gennaio 2013 / "La Spada di Alessandro" via della seta e crisi mediorientale PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 19 Gennaio 2013 18:22

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Il Grigiocrate

Notizie flash

(ANSA) - ASTANA, 9 SET - Tremila uomini degli eserciti di Russia, Cina, Kazakhstan, Kirghizistan e Tagikistan sono riuniti da oggi ad Almaty per un'esercitazione antiterrorismo. Lo riferisce l'agenzia Itar-Tass.

E' l'edizione 2010, la settima dalla fondazione della Sco (Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai), di "Missione di Pace", nome in codice per le manovre militari congiunte tra i sei paesi membri dell'organizzazione (ne fa parte anche l'Uzbekistan).

Nata nel 2001 sotto l'egida di Mosca e soprannominata "Nato d'Asia", la Sco nasce per controbilanciare l'Alleanza atlantica e l'influenza occidentale e Usa in Centrasia. Una presenza ingombrante per Mosca ma anche per Pechino: Washington ha un crescente interesse per la regione, strategica via di transito verso l'Afghanistan; oggi vi è presente militarmente con un'unica base, quella di Manas in Kirghizistan (dopo la cacciata dall'Uzbekistan nel 2005), ma progetta di raddoppiare con un centro antiterrorismo nei pressi di Osh, e costruire un'altra base in Tagikistan.

Astana, che a giugno scorso ha assunto la presidenza della Sco, partecipa alle manovre con circa mille uomini; altrettanti da Mosca e Pechino, più blindati, aerei, elicotteri e mezzi di terra. Il culmine il 24 settembre al centro di addestramento di Matybulak, nella regione di Zhambyl.

I nostri Social Network



Contatore

Utenti : 88
Contenuti : 579
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 1502915