Pubblicazioni

Il Nodo di Gordio

Oltre Lepanto

Festival della sicurezza

Festival della Sicurezza

Pergine Valsugana 17/18/19
Settembre 2010

OSCE

ORSAM


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Economic Outlook


Un Fondo più globale PDF Stampa E-mail
Scritto da Daniele Lazzeri   
Sabato 01 Gennaio 2011 12:52

I Venti Grandi a livello mondiale, riunitisi la settimana scorsa a Gyeongju, in Corea, hanno affrontato con particolare attenzione il dossier più scottante sul tavolo del vertice: quello riguardante gli squilibri globali e la guerra valutaria che sta tenendo banco negli ultimi mesi.

Grazie alla politica di “quantitative easing”, l’immissione di ulteriore denaro fresco da parte della Federal Riserve in cambio dell’acquisto di titoli su mercato, il dollaro prosegue quella che appare come una caduta libera del cambio, rispetto alle altre valute. Le politiche monetarie dettate da Ben Bernanke, Presidente della Banca Centrale americana, mirano ad indebolire la valuta a stelle e strisce per incrementare il flusso delle esportazioni, rese più appetibili dal cambio favorevole.

Leggi tutto...
 
L’economia cinese surclassa anche il Giappone PDF Stampa E-mail
Scritto da Daniele Lazzeri   
Sabato 01 Gennaio 2011 12:51

Il Dragone cinese pare non voler arrestare la sua corsa. Nonostante la caduta dell’indice degli ordini industriali, rilevato negli scorsi giorni, la notizia principale che sta circolando negli ambienti economici cinesi è il probabile sorpasso dell’economia cinese su quella dello stagnante Giappone.

La Cina, dunque, avrebbe superato il colosso nipponico, diventando la seconda economia mondiale dopo gli Stati Uniti. A confermarlo pubblicamente è Yi Gang, numero uno dell’Ufficio Cambi cinese. “La Cina – ha dichiarato Yi nel corso di un’intervista alla rivista China Reforme – è già la seconda economia mondiale”. In realtà, la notizia non giunge nuova. Già lo scorso anno, infatti, i dati macroeconomici registravano un avvicinamento tra la mole delle due economie asiatiche e numerose sono le previsioni di un possibile sorpasso anche degli USA da qui al 2025.

Leggi tutto...
 
La guerra tra valute è appena iniziata PDF Stampa E-mail
Scritto da Daniele Lazzeri   
Sabato 01 Gennaio 2011 12:47

Il recente summit del Fondo Monetario Internazionale è naufragato sull’annosa questione valutaria.

I partecipanti all’incontro dell’Fmi, infatti, hanno perso tempo prezioso in vane e campanilistiche discussioni di natura “istituzionale”, invece di affrontare i rischi sistemici derivanti dagli squilibri monetari globali. In particolare, la contesa ha riguardato il crescente peso dei Paesi Emergenti negli scambi commerciali e la loro sottorappresentazione nelle organizzazioni internazionali. Un fronte comune, sostenuto dai Paesi del Bric (Brasile, Russia, India e Cina) che non è più disponibile ad accettare i diktat provenienti da Washington, sede del Fondo Monetario Internazionale. “I Paesi Bric – ha sostenuto il ministro delle Finanze russo, Dmitry Pankin – opporranno una forte resistenza ai tentativi di profonda revisione dei sistemi di controllo dei cambi, che dovessero emergere nel corso del meeting annuale di Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale”.

Leggi tutto...
 
Tremonti studia da Papa PDF Stampa E-mail
Scritto da Daniele Lazzeri   
Sabato 01 Gennaio 2011 12:41

Il tanto criticato Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, si sta prendendo qualche significativa rivincita. Le critiche mosse in passato al suo operato sono pervenute non solo dalla coalizione che, attualmente, sta all’opposizione in Italia ma anche da qualche esponente della stessa maggioranza.

Ricordiamo che Gianfranco Fini, nella predente legislatura guidata dal centrodestra, volle servita su un piatto d’argento proprio la testa di Tremonti per evitare di ritirare i ministri di Alleanza Nazionale dal Governo, salvo poi, dopo la gestione incolore di Domenico Siniscalco, dover ammettere che solo il “ganzo Giulio” sarebbe stato in grado di raddrizzare le sorti delle malconce finanze pubbliche italiane. La fermezza ed il rigore col quale ha pilotato i conti pubblici italiani nella crisi economica gli sono valsi qualificanti ed inaspettati riconoscimenti internazionali.

Ultimo aggiornamento Sabato 01 Gennaio 2011 12:45
Leggi tutto...
 
Un patto ancora più stupido e miope PDF Stampa E-mail
Scritto da Daniele Lazzeri   
Sabato 01 Gennaio 2011 12:36

Il Patto che l’allora Presidente della Commissione Europea, Romano Prodi, definì “stupido”, oggi sta diventando anche miope. Per molti anni, infatti, il cosiddetto Patto di stabilità e crescita in vigore nell’Unione Europea non è mai stato severamente applicato. L’accordo, che impone dei limiti precisi e stringenti all’indebitamento e al debito pubblico di ogni singolo Paese aderente all’Ue in rapporto al Prodotto Interno Lordo, non ha trovato, sinora, concreta applicazione, finendo per rappresentare un obiettivo di lungo periodo poco vincolante.

La discussione attualmente in atto presso l’Eurogruppo, invece, ha evidenziato con forza la necessità di rafforzare i vincoli di bilancio per le finanze pubbliche, stabilendo anche delle misure sanzionatorie per i Paesi “non allineati”. L’intento della commissione, formata dai Ministri dell’Economia e dai Governatori delle Banche Centrali dei Paesi dell’Ue, è quello di riscrivere l’architettura della governance economica per gli Stati membri.

Ultimo aggiornamento Sabato 01 Gennaio 2011 12:45
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Il Grigiocrate

Notizie flash

Fonte: Linea Quotidiano Nazionalpopolare (19.01.2010)

La Presidenza dell’OSCE può essere un’altra occasione di rinnovamento
Il Kazakistan è il primo Paese a maggioranza musulmana a guidare la spesso dimenticata Organizzazione di Vienna


Dal primo giorno del mese corrente il Kazakistan ha assunto la presidenza di turno dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), nata come CSCE nel 1973 e principale organismo internazionale per la difesa di diritti umani. Un traguardo importante e ambizioso, un passo in avanti la cui emblematicità non è di poco conto per questo Paese rappresentativo dell’intera compagine turcofona ed eurasiatica, nonché crocevia nevralgico fra l’Est e l’Ovest del mondo. Un altro primato conseguito dal Kazakistan, attraverso il conseguimento di questa Presidenza, è quello di essere la prima fra le ex Repubbliche sovietiche ad assumere questo ruolo di guida alla testa delle 56 nazioni rappresentate dall’OSCE, nonché la prima fra le nazioni in cui la fede dominante è quella islamica.

Leggi tutto...

I nostri Social Network



Contatore

Utenti : 46
Contenuti : 579
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 1453183