Pubblicazioni

Il Nodo di Gordio

Oltre Lepanto

Festival della sicurezza

Festival della Sicurezza

Pergine Valsugana 17/18/19
Settembre 2010

OSCE

ORSAM


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
CERCHERANNO DI CREARE UN'OEA SENZA GLI STATI UNITI PDF Stampa E-mail
Scritto da Mauro Margoni   
Mercoledì 03 Marzo 2010 19:04

La Nacion-Lunedì 22 febbraio 2010 (Pag.4)

Da oggi si unificheranno i due blocchi regionali per contrastare il peso che ha Washington.

 PLAYA DEL CARMEN (da un inviato speciale).- Nella riunione dei 33 presidenti che si realizzerà oggi qui, si produrrà l'unificazione dei due blocchi regionali. Il vertice dell'America Latina e dei Caraibi l'antico e opaco Gruppo Rio sotto una sola unità regionale, che escluderà in tutto l'emisfero solo gli Stati Uniti e il Canada.

"È una vecchia idea di Lula quella di creare un'unità che faccia da contrappeso agli Stati Uniti" ha detto qui un osservatore internazionale messicano.
Si riferiva al presidente del Brasile, Luiz Ignacio Lula Da Silva, la cui idea ha trovato rapidamente il consenso dei paesi dell'America Centrale e dei Caraibi. "Inoltre, c'era il bisogno di unificare perché così tanti vertici toglievano peso alle stesse decisioni prese. Si sta unificando anche per evitare tanto assenteismo da parte dei presidenti. Ormai non ci andava più nessuno negli ultimi anni", ha aggiunto la stessa fonte di informazione.
I presidenti che oggi si riuniranno al Grand Hotel Velas, un lussuoso complesso turistico, come tanti che prolificano su queste spiagge della Riviera Maya, a 70 Km da Cancun, decideranno insieme con i propri ministri degli esteri i possibili nomi e il funzionamento di quello che si è già chiamato Vertice dell'Unità (Cumbre de la Unidad)."
È probabile che rimanga il nome di Vertice dell'America Latina e dei Caraibi (CALC), "Comunidad, Organización o Union de Estados latinoamericanos y del Caraibe".
All'interno di questa riunione delibereranno i paesi della "Comunidad del Caribe" (Caricom), la cui preoccupazione maggiore - sarà quella di individuare il ruolo di ogni paese riguardo agli aiuti ad Haiti dopo il devastante terremoto sofferto un mese fa. Sarà presente il presidente haitiano, René Preval.
"Oggi si discuterà circa la percentuale dei 100 milioni di dollari che ogni paese verserà nel fondo per gli aiuti ad  Haiti. Inoltre, ci sarà un ulteriore credito del BID (Banco Interamericano del Desarrollo) (banca interamericana dello sviluppo) di 200 milioni" ha dichiarato alla"NACION"una fonte diplomatica.
Un altro argomento di discussione potrebbe venir fuori dai paesi caraibici, avvallati dagli Stati Uniti, e sarà una sorta di perdono all'Honduras e al suo presidente, Porfirio Lobo, che non fu riconoscuiuto da vari paesi per il fatto di esser stato eletto tramite elezioni successive al colpo di stato contro Manuel Zelaya. Molti paesi spingono perché l'organizzazioine degli stati americani (OEA) imponga delle sanzioni, cosa che stanno rifiutando Argentina, Venezuela e Equador tra gli altri.
La nuova CALC, secondo molti , sarebbe una nuova OEA, però senza gli Stati Uniti e il Canada. Molti presidenti vogliono che i suoi meccanismi emulino quelli della OEA, anche se altri come la presidente del Chile, Michelle Bachelet ha detto ieri in Guatemala che "non si deve rimpiazzare l' OEA".

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Marzo 2010 19:38
 

Il Grigiocrate

Notizie flash

Fonte: Linea Quotidiano Nazionalpopolare (19.01.2010)

La Presidenza dell’OSCE può essere un’altra occasione di rinnovamento
Il Kazakistan è il primo Paese a maggioranza musulmana a guidare la spesso dimenticata Organizzazione di Vienna


Dal primo giorno del mese corrente il Kazakistan ha assunto la presidenza di turno dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), nata come CSCE nel 1973 e principale organismo internazionale per la difesa di diritti umani. Un traguardo importante e ambizioso, un passo in avanti la cui emblematicità non è di poco conto per questo Paese rappresentativo dell’intera compagine turcofona ed eurasiatica, nonché crocevia nevralgico fra l’Est e l’Ovest del mondo. Un altro primato conseguito dal Kazakistan, attraverso il conseguimento di questa Presidenza, è quello di essere la prima fra le ex Repubbliche sovietiche ad assumere questo ruolo di guida alla testa delle 56 nazioni rappresentate dall’OSCE, nonché la prima fra le nazioni in cui la fede dominante è quella islamica.

Leggi tutto...

I nostri Social Network



Contatore

Utenti : 44
Contenuti : 579
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 1452006