Pubblicazioni

Il Nodo di Gordio

Oltre Lepanto

Festival della sicurezza

Festival della Sicurezza

Pergine Valsugana 17/18/19
Settembre 2010

OSCE

ORSAM


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Incontro ad Astana fra Hu Jintao e Nursultan Nazarbayev PDF Stampa E-mail
Scritto da Ermanno Visintainer   
Venerdì 18 Dicembre 2009 19:26

Il 12 dicembre, il Presidente cinese Hu Jintao ad Astana si è incontrato con il presidente kazako Nursultan Nazarbayev


Le due parti hanno compiuto un importante passo in avanti per promuovere congiuntamente la partnership strategica sino-kazaka. Inoltre si è discusso l’ulteriore sviluppo delle relazioni bilatrali.


Titolo originale: 胡锦涛同纳扎尔巴耶夫总统举行会谈

http://www.pladaily.com.cn/


Xinhua News Agency, Astana 12 dicembre (Xinhua Zhao Yu, Peng, Liu Dongkai).
Il 12 ad Astana, il Presidente cinese Hu Jintao si è incontrato con il Presidente kazako Nursultan Nazarbayev per dei colloqui.
Le due parti si sono consultate direttamente durante uno scambio approfondito di vedute inerente alle relazioni sino-kazake nonché alle questioni  internazionali e regionali di comune interesse, quindi si sono accordate sul continuo sviluppo del partenariato strategico sino-kazako, raggiungendo un consenso importante.
Hu Jintao ha sottolineato che attraverso gli sforzi congiunti degli anni recenti le relazioni sino-kazake si sono sviluppate costantemente ed in maniera rapida ed esuberante. La cooperazione strategica fra i due paesi è in crescita ed è pregna di contenuti sempre più ricchi in campi come: il commercio, le risorse energetiche, la sicurezza, le scienze umanistiche e analoghi settori proficui quanto sostanziali.
Le due parti, strettamente interconnesse, si sostengono a vicenda presso istituzioni come le Nazioni Unite, la Shanghai Cooperation Organization e l’AsiaInfo, in una serie di questioni importanti, di reciproco interesse ed interdipendenti. In definitiva si è dimostrato che lo sviluppo sostenibile, rapido ed energico dei rapporti bilaterali sino-kazaki è in linea con gli interessi comuni dei due paesi e dei due popoli e che gli interessi a lungo termine sono favorevoli alla pace nella regione, alla stabilità e allo sviluppo. La Cina è pronta a lavorare insieme al Kazakhstan per rafforzare la fiducia reciproca e promuovere la cooperazione pragmatica in vari campi, nonché a rilanciare la  partnership strategica sino-kazaka a nuovi livelli.
Il Presidente Hu Jintao ha formalizzato una proposta di sviluppo delle relazioni sino-kazake composta di 5 punti.
Il primo punto riguarda il rafforzamento della fiducia reciproca attraverso il mantenimento di un impulso verso incontri bilaterali ad alto livello. L’intensificazione della cooperazione reciproca fra i due parlamenti e i due governi in vari settori. Quindi il consolidamento del sostegno reciproco relativo agli interessi fondamentali connessi a questioni più importanti, ecc.
Il secondo riguarda l’approfondimento della cooperazione nel settore energetico, attraverso l’effettiva implementazione dell’operatività delle pipline sino-kazake e della sicurezza lavorativa, nonché il rafforzamento della cooperazione bilaterale nel settore estrattivo.
Il terzo riguarda l’incremento delle collaborazioni in settori non energetici, promuovendo misure volte a dare impulso alla realizzazione della prima categoria di progetti cooperativi. Una volta che questi obiettivi saranno realizzati, trasformeranno dimensioni e profitti del settore non energetico, spingendo a coprire il contributo bilaterale in tutti i campi.
Quarto: il consolidamento della cooperazione nel settore finanziario, in particolare il finanziamento dei crediti, la vigilanza finanziaria e la prevenzione dei rischi, ed ancora la cooperazione in materia anti-riciclaggio di denaro ed altre forme.
Per intensificarne la realizzazione le due parti hanno sottoscritto un mutuo accordo ammontante a 10 miliardi di dollari, onde creare le condizioni favorevoli per la cooperazione nel settore estrattivo e non energetico.
Il quinto e ultimo è quello di espandere la cooperazione nell’ambito umanistico e culturale,  per  incrementare la scienza, la tecnologia, l’istruzione, la cultura, lo sport, il turismo e altri settori.
La parte cinese ha altresì annunciato la decisione di aumentare da 100 a 200 il numero delle borse di studio governative agli studenti kazaki recantisi in Cina ogni anno. I due dipartimenti continuano a lavorare a stretto contatto, attraverso l’Istituto Confucio, per i gruppi che scambiano visite culturali.
La Cina persegue una politica di amicizia e buon vicinato, al fine di promuovere la pace in Asia nel mondo, svolgendo un ruolo importante per la sicurezza e lo sviluppo. Nella fattispecie, in merito all’attuale situazione di crisi finanziaria internazionale, la Cina, non solo si sforza di mantenere la propria crescita economica, ma anche di offrire al Kazakhstan un importante sostegno finanziario onde aiutarlo a superare l’impatto di detta crisi finanziaria.  Ragion per cui il Kazakhsatn ha espresso la sua gratitudine.
Il Kazakhstan è disposto a rafforzare la cooperazione con la Cina nel settore del commercio, della finanza, delle infrastrutture, delle risorse energetiche, ecc. Inoltre ha manifestato il proprio apprezzamento nei confronti della Cina per la sua corretta gestione dei fatti di Urumchi "7 • 5" e per le misure adottate. Così come per il mantenimento della stabilità nello Xinjiang cinese, ma altresì per il mantenimento di quella kazaka.
Il Kazakhstan inoltre è disposto a rafforzare la cooperazione bilaterale sia nella Shanghai Cooperation Organization che nell’organizzazione AsiaInfo, così come in segno di ringraziamento verso il governo cinese, ha deciso di aumentare la quota dei borsisti cinesi.
Prima dei colloqui, Hu Jintao e Nazarbayev hanno partecipato alla cerimonia di completamento della pipeline di gas naturale sino-kazaka. Dopodiché i due Capi di Stato hanno  sottoscritto i documenti di cooperazione fra i due paesi e insieme hanno incontrato la stampa.
La sera, Hu Jintao ha partecipato al banchetto di benvenuto e alla festa tenuti in onore del Presidente Nursultan Nazarbayev.

 

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Dicembre 2009 08:31
 

Il Grigiocrate

Notizie flash

La banca centrale ha notato che lo scambio di valuta toglie l’esclusività del dollaro nella “city”.

In caso di scarsa liquidità, il nostro paese si assicura continuando a ricevere merce cinese.

La Banca Centrale della Repubblica Argentina e la Banca Popolare Cinese hanno stretto un preaccordo per non impiegare il dollaro come valuta di interscambio commerciale tra i due paesi, per quanto riguarda transizioni economiche fino a 10000 milioni di divisa statunitense, iniziativa denominata come swap.

Questo secondo fonti della Banca Centrale, le quali assicurano che grazie a questo accordo diminuirà la pressione del dollaro sulla piazza locale e che il convegno segna un nuovo cammino nel commercio internazionale.

Leggi tutto...

I nostri Social Network



Contatore

Utenti : 46
Contenuti : 579
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 1453426